In un hotel c’era una stella di nome Margherita che non brillava.

Margherita era un po’ pazzerella perché tutta la sua famiglia era splendente e lei fin da quando era bambina non ci pensava proprio a brillare.

“Prendi lo sciroppo”, le diceva mamma Cometa.

“Macché, voglio stare vicina al sole, sarà lui a rendermi luminosa e bella” le rispondeva convinta, ondeggiando le sue punte a destra e sinistra per la noia di dover spiegare tutto persino alla sua mamma.

In quell’hotel Margherita era arrivata per trovare nuovi amici e riposare un istante senza dover sentire le altre stelline prenderla in giro, ma soprattutto per incontrare – e di questo era davvero felice – il direttor Zafferano, maestro nel rendere tutte le “cose gialle”…